Allungamento-Pene.org

Una spiegazione tecnica del principio naturale
di ingrandimento del pene

Un programma garantito per fare il tuo sogno realtà.

Il principio dell'ingrandimento naturale del pene

Cenni anatomici sul pene e sull'erezione

Descriveremo brevemente in maniera concisa ma chiara il funzionamento del pene e dell'erezione, in quanto senza questa digressione le spiegazioni sull'ingrandimento del pene non sarebbero mai chiare.

Il pene non è un muscolo e non contiene muscoli, anche se ci sono muscoli che sono responsabili del processo dell'orgasmo e dell'eiaculazione e anche se dei muscoli lisci (si chiamano lisci quei muscoli che non possono contrarsi per un atto di volontà), scatenano il processo di erezione.

Il pene è composto da tre cilindri di natura spugnosa: due corpo cavernosi e un corpo spugnoso. Il muscolo bulbo-spugnoso (anch'esso liscio) avvolge l'uretra e la sua funzione è quella di evitare che questa resti bloccata dalla pressione dei corpi cavernosi durante l'erezione. Questo muscolo attraversa il corpo spugnoso e si indurisce durante l'erezione.

Il corpo spugnoso si trova nel mezzo dei due corpi cavernosi e finisce col glande. I tre cilindri sono avvolti da una membrana rigida ma relativamente flessibile che si chiama albuginea. I corpi cavernosi e il corpo spugnoso sono costituiti da un gran numero di cavità controllate da muscoli lisci che si rilassano durante l'eccitazione permettendo l'apertura di queste cavità e il loro drenaggio col sangue. Nello stesso tempo, il deflusso e l'uscita del sangue vengono bloccati da un sistema di contrazione di sfinteri vascolari microscopici. Naturalmente, queste cavità cavernose, riempiendosi di sangue, aumentano di dimensioni. Quest'aumento è finalmente bloccato dalla pressione dell'albuginea sui corpi cavernosi e sul corpo spugnoso. La stessa albuginea si adatta alla taglia massima che queste cavità possono raggiungere, senza quest adattamento il pene non aumenterebbe mai di dimensioni durante l'erezione!

Il principio degli esercizi naturali per ingrandire il pene

Gli esercizi naturali consistono ad applicare uno stress supplementare a questa capacità naturale delle cavità dei corpi cavernosi e spugnosi di contenere sangue. Questi esercizi hanno lo scopo di sottoporre queste cavità a delle pressioni di sangue maggiori rispetto a quelle di una normale erezione. È per questa ragione che gli esercizi devono essere effettuati con un'erezione parziale. Se venissero fatti con un'erezione piena, questo stress sarebbe probabilmente eccessivo ed incorreremmo in lesioni o altri effetti secondari. Il nostro obbiettivo non è quello di danneggiare il pene, ma di ingrandirlo è per questo che bisogna lavorare con dolcezza.

In ogni caso, dopo diversi mesi di allenamento e mediante un processo abbastanza lento ma a tutta prova, queste cavità cavernose si dilatano e si ingrandiscono adattandosi a contenere maggiori quantità di sangue durante un'erezione.

Se ognuna di queste cavità minuscole del pene si ingrandisce e diventa capace di contenere maggiori quantità di sangue, tutto il pene alla fine ne risulta ingrandito, sia a riposo che in erezione, sia in lunghezza che in spessore. Certo, se a parte di fare questi esercizi stiriamo il pene, è evidente che favoriremo il suo sviluppo in lunghezza. In modo analogo, se aggiungiamo ancora più stress alla vascolarizzazione del pene mediante esercizi diversi, possiamo promuovere il suo sviluppo in grossezza. È per questa ragione che gli esercizi di allungamento e di ingrossamento del pene sono opzionali e non possono essere eseguiti se non accompagnati dall'esercizio fondamentale. C'est pour cette raison que les exercices d'allongement et de grossissement sont optionnels et ils ne peuvent pas être effectués sans l'exercice fondamental. Sono dei supplementi all'allenamento generale e nessun supplemento aiuta senza nulla da supplementare. È ugualmente per questa ragione che gli estensori e le pompe a vuoto sono inefficaci: agiscono soltanto su un fattore dell'ingrandimento del pene e non considerano lo sviluppo globale.

Va da sè ugualmente che gli esercizi supplementari di allungamento e ingrossamento del pene non servono a promuovere che un aspetto specifico dell'allenamento, vale a dire, ingrandire il pene soprattutto in lunghezza e in grossezza. Non è mai stato dimostrato che il fatto di eseguire tutti questi esercizi insieme sia più efficace. Ben al contrario, questo potrebbe ancora una volta aggiungere uno stress eccessivo al pene rallentandd di fattoil suo sviluppo o (peggio ancora) provocare effetti secondari.

Perché i risultati sono lenti?

Abbiamo detto che ci vogliono mesi per ingrandire il pene con esercizi naturali. La ragione di questa lentezza è la resistenza dell'albuginea e il poco di elasticità che questa offre. Se l'albuginea fosse stata più elastica per natura, probabilmente ingrandiremmo il pene in una settimana, l'ingrandiremmo addirittura avendo semplicemente rapporti sessuali, senza allenamento. Sarebbe fantastico per le dimensioni, ma le erezioni sarebbero ugualmente meno stabili e meno rigide, il pene non si indurirebbe probabilmente a sufficienza da permettere rapporti sessuali soddisfacenti. Dunque, possiamo constatare che la natura ha fatto bene il suo lavoro, quindi tanto meglio se procediamo poco a poco. Meglio investire il proprio tempo e ottenere risultati assicurati e senza rischi dopo qualche mese che voler bruciare le tappe o aspettar miracoli.

Risultati permanenti

I risultati non sono soltanto "lenti ma sicuri". Sono anche permanenti. Questo vuol dire che una volta ingrandito il pene, se smettete l'allenamento, non perderete i risultati ottenuti. A condizione certo che non smettiate troppo presto! Normalmente il primo miglioramento che la maggior parte degli uomini notano con un programma di ingrandimento del pene è la qualità delle erezioni. Invece i primi risultati sulle dimensioni del pene tra il primo e il terzo mese di allenamento. Ma per avere risultati stabili, ci vogliono almeno sei mesi di allenamento.

È dunque dopo i primi sei mesi che i risultati ottenuti cominciano a essere permanenti. Certo, dopo sei mesi è ancora possibile ingrandire il pene, che infatti si trova nel suo pieno potenziale e l'allenamento può durare fino a 18 mesi. Dopo questo tempo, forse potrete ancora migliorare, ma i risultati saranno molto più lenti e incerti, sempre ammesso che ce ne siano.

La curva di maggior progresso si situa dunque tra il sesto e il diciottesimo mese. Evidementemente non tutti i casi rientrano in questa norma (che è soltanto indicativa), ma si tratta di una valutazione media. Alcuni membri del programma hanno potuto ingrandire il pene considerabilmente dopo i famosi diciotto mesi, altri hanno smesso di progredire prima dello scoccare del primo anno. In tutti i casi, occorrono almeno sei mesi per ottenere dimensioni stabili. Prima di questo tempo è certo possibile ingrandire il pene, ma non è garantito che conserverete questo risultato. Questi dati sono ben noti e sono il frutto di numerosi anni di esperienza e di confronti.

Perché i risultati sono permanenti?

Adesso la domanda che salta agli occhi è perché, nell'ingrandimento del pene, una volta ottenuti certi risultati, questi non si perdono, a condizione di avere almeno sei mesi di allenamento alle spalle.

Prima del sesto mese è troppo presto perché le cavità cavernose si adattino al nuovo stress. Succede spesso, soprattutto all'inizio, di notare un ingrandimento apparente alla fine di una seduta di allenamento e di vederlo sparire qualche ora dopo. Anche un aumento persistente non è garantito a lungo termine. Ma una volta che queste dimensioni sono state consolidate da un allenamento costante e regolare, la permanenza dei risultati sarà garantita dalle stesse erezioni.

Un pene ingrandito è un pene le cui cavità cavernose si sono adattate definitivamente ad avere una maggior capacità di contenere sangue. Quindi basterà avere rapporti sessuali normali per mantenere questa capacità, in quanto saranno le vostre erezioni normali che permetteranno al vostro pene di mantenersi in forma e di non perdere le dimensioni acquisite. È li che risiede la bellezza delle tecniche naturali di ingrandimento del pene. Giacché se sviluppate i vostri muscoli, perderete progressivamente i risultati una volta che smettete di andare in palestra, in quanto nella vita di tutti i giorni non avrete possibilità di manterere questi muscoli in esercizio e di continuare a utilizzarli con la stessa intensità che in palestra.

Nel caso del pene però è diverso. Perché ogni volta che avrete un rapporto sessuale, avrete la possibilità di mantenere il vostro pene in forma, non avrete bisogno di continuare a esercitarvi perché le vostre erezioni saranno pienamente sufficiente a mantenere i risultati. Questo fatto è stato ugualmente provato dall'esperienza. Certo, nulla impedisce di continuare ad esercitarsi ogni tanto per tonificare il pene, questa pratica è addirittura raccomandata in quanto ideale. Ma anche se non lo farete, non perderete i risultati, tutto quello che dovrete fare per mantenere il vostro pene in forma sarà di usarlo per dare e per ricevere piacere!

© 2013 - 2019 www.allungamento-pene.org